IMPARA A MIGLIORARTI CON LA “TECNICA” DEI 4 QUADRANTI

 

Se vuoi dare una svolta alla tua vita ma non sai da dove iniziare, focalizza le tue energie su…

Fin dai tempi antichi le persone hanno avuto la necessità di orientarsi, ed è per questo motivo che hanno creato strumenti che potessero aiutarli a farlo.

Ecco perché abbiamo scelto di utilizzare l’espressione: “i fantastici quattro quadranti”.
Partiamo dalla parola quadrante.

“Il quadrante è uno strumento di misura che può essere utilizzato per misurare l’altezza angolare di un corpo celeste rispetto alla linea dell’orizzonte.
Esso ha una forma di quarto di cerchio, e da ciò trae il nome.”

Se il quadrante era nei tempi passati uno strumento fondamentale per gli astronomi, prima ancora che fosse inventato il telescopio, lo era anche per i naviganti che lo utilizzavano per misurare l’altezza degli astri e calcolare il luogo in cui si trovavano.

Conoscere il luogo dove Ti trovi è indispensabile per iniziare il viaggio.
Ecco perché il quadrante.

Per chiudere il cerchio ne servono sempre quattro.

Ora non resta che capire perché fantastici.
Fantastico si dice di fatti reali che, per essere straordinari, inconsueti e fuori della norma, sembrino creati dalla fantasia come dei paesaggi fantastici.
Fantastico si dice anche di persone che dimostrino doti non comuni. Ecco perché i nostri quadranti sono fantastici.

Molto si può sintetizzare in uno schema che abbia queste tre caratteristiche. Noi lo abbiamo fatto aggregando molti strumenti che hanno una divisione dello spazio in 4 quadranti, ed assumono la caratteristica di fantastico quando utilizzati per Te.

L’essenza di Y-life© può essere sintetizzata in questo magico strumento del primo dei fantastici quattro quadranti.

Un quadrante per ognuna delle aree, ed un principio fantastico che le unisca in un unico grande cerchio.

 

La qualità e l’uomo

L’uomo ha sempre creato modelli che  organizzassero la propria vita e  le proprie cose da fare.

La qualità è stata un elemento importante, nella pianificazione e nell’organizzazione.

Ad esempio l’attenzione al cliente, a chi abbiamo davanti, ci permette di riuscire a dare al meglio quello che abbiamo.

Il creare insiemi di attività propedeutiche a ciò che vogliamo realizzare è una parte essenziale dell’approccio per processi, chiave di ogni sistema qualità.

Se siamo stati capaci di organizzare le strutture in cui lavoriamo, perché non riuscire ad utilizzare tutto questo per noi stessi?

“Quality is fitness for use.”
J. Juran

È l’uso che giustifica la qualità: se non serve, non va usata.

Ecco come la qualità ha fatto da humus e si è ritagliata lo spazio all’inizio e nel modello finale.

Le relazioni

Siamo in un mondo fatto di persone.

Le relazioni sono inevitabili, e possono nascere anche per caso, come quando un seme portato dal vento mette radici.

Le relazioni crescono se trovano un terreno fertile.

Quel terreno è il nostro desiderio di viverle e la nostra capacità di coltivarle.

Alle relazioni forti, oltre alla reciproca utilità di freddi e calcolati do ut des (“io do affinché tu dia”), occorrono:

  • la forza portante del dialogo,
  • lo scambio di idee,
  • la reciproca curiosità,
  • la fiducia che nasce dal conoscersi e dal capirsi,
  • l’ascolto e il riconoscimento delle percezioni, dei sentimenti e delle emozioni.

“Non si può non comunicare.”
Primo assioma della comunicazione – Paul Watzlawick

Allo stesso modo non possiamo non essere in relazione.

Il Counseling

Il Counseling è quell’area che dà al cliente l’opportunità di esplorare, scoprire e chiarire modi di vivere mirati ad un più elevato stato di Benessere.

Il Counselor accompagna il cliente nel suo processo di esplorazione e chiarificazione, attraverso specifiche abilità e tecniche relazionali, mirate a favorire il processo di empowerment e basate su:

  • l’ascolto,
  • l’accettazione,
  • la comprensione empatica,
  • il rispecchiamento del cliente e della sua esperienza soggettiva.

“Quando qualcuno ti ascolta davvero senza giudicarti, senza cercare di prendersi la responsabilità per te, senza cercare di plasmarti, ti senti tremendamente bene.”
Carl Rogers

Cosa meglio di un’area che basasse il modo di valorizzare le risorse che ha sull’ascolto del cliente?

Il Coaching

Il Coaching è fare, muoversi, è azione.

Il coach è l’alleato nel raggiungimento degli obiettivi.

Il Coaching mette in atto un metodo che permette di scoprire le potenzialità ed i talenti del cliente, il Coachee.

Il Coaching si rivolge a tutte le persone che desiderano migliorare e rendere più efficace l’Agire.

“Il Coaching è accompagnare la persona verso il massimo rendimento, attraverso un processo autonomo di apprendimento.”
J. Whitmore

Il Coaching si concentra nella determinazione degli obiettivi e nel far si che essi siano raggiunti. Siano essi legati al denaro, alla gestione delle relazioni, al successo professionale o al cambiamento.

Come non considerare un’area che si occupi del futuro e di come raggiungerlo?

La maieutica come collante

Come unire aree così differenti?

Ci vorrebbe un mastice, un adesivo, una fascetta.

La migliore delle soluzioni passa attraverso il principio del Rasoio di Occam, espresso nel XIV secolo dal filosofo e frate francescano inglese William of Ockham.

Tale principio, è ritenuto alla base del pensiero scientifico moderno.

L’inutilità di formulare più ipotesi di quelle che siano necessarie è contrastata da quelle iniziali che risultano già sufficienti.

“A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire.”
Guglielmo di Occam

Cosa unisce Coaching e Counseling? L’arte di fare domande. La maieutica.

Nel modello Y-life© abbiamo deciso di adottare una metodologia maieutica che consente di portare alla luce la verità individuale di ciascuna/o.

Il termine maieutica viene dal greco maia (“madre, levatrice”) e téchne (“tecnica”), ovvero, “arte della levatrice” o “dell’ostetrica”.

Il termine indica il particolare procedimento usato da Socrate nel suo insegnamento: far nascere dal dialogante quella verità che egli in sé già possiede, ma che ancora non conosce.

La verità è già presente in chi apprende e ha solo bisogno di passare alla coscienza attraverso il dialogo e la filosofia.

Leggi il prossimo articolo.